asud'europa
Settimanale di politica, cultura ed economia

Cerca fra i titoli Frase esatta

Caccia al tesoro dei boss
Anno 6 N.6 - 13 febbraio 2012

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Giuseppe Ardizzone, Riccardo Arena, Eleonora Bianchini, Enzo Borruso, Dario Carnevale, Gemma Contin, Salvatore Di Piazza, Melania Federico, Salvo Fallica, Pietro Franzone, Michele Giuliano, Franco La Magna, Diego Lana, Salvatore Lo Iacono, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Davide Mancuso, Giuseppe Martorana, Carlo Mazzaferro, Raffaella Milia, Gaia Montagna, Marcello Morciano, Carlo Petrini, Angelo Pizzuto, Marilena Samperi, Gilda Sciortino, Gian Antonio Stella, Maria Tuzzo, Mauro Villone.

  • Un rating antimafia per le imprese confiscate;
  • La nuova priorità antimafia è il rapporto tra criminalità e politica;
  • I tentacoli della Mafia al Nord;
  • Cosa nostra è tornata ad essere forte. Grasso: è alla ricerca di un nuovo capo;
  • La zuffa davanti al fercolo di Sant’Agata;
  • Chi mette in gioco l'anima del Paese;
  • Il movimento dei forconi e la crisi della Sicilia;
  • Palermo, nel vivo la campagna per il Sindaco. Definito il quadro delle primarie del 4 marzo;
  • Bruxelles e Roma bacchettano la Sicilia. Irregolarità sui fondi Ue, a rischio 220 mln;
  • CongiunturaRes, in Sicilia crisi di fiducia. In flessione gli investimenti produttivi;
  • Migliaia di dipendenti ma mancano gli esperti. Salta l’informatizzazione degli uffici siciliani;
  • Eurispes, Italia sull’orlo della depressione;
  • Usura: la mafia scende in campo;
  • Il fattore anziani al lavoro;
  • Canili e cittadini siciliani;
  • Richieste d’asilo nell’Unione Europea. Numeri in crescita del 23% nel 2011;
  • Oltre la riforma elettorale. Lista Civica nazionale;
  • I miei primi novant’anni;
  • Liberamente ispirato a Tocqueville. Carey, democrazia e arte in America;
  • Scuole siciliane, valorizzare l’insegnamento di storia, della letteratura e lingua siciliana;
  • Le mucche della pace dal Trentino a Srebrenica;
  • “L’impero della cocaina” in Calabria. Viaggio nel miliardario traffico dell’oro bianco;
  • Brancati e la “soluzione necessaria”;
  • Frassica interpreta la scomparsa di Patò: «Io, maresciallo dei carabinieri per Camilleri»;
  • Fotografare Magia e Religione;
  • Le “colpe” del cinema e la “fiaba” di Mèliès;


Gratta il mafioso
Anno 6 N.5 - 6 febbraio 2012

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Giuseppe Ardizzone, Dario Carnevale, Gian Carlo Caselli, Giuseppe Condorelli, Natale Conti, Gerardo Diana, Pietro Franzone, Giulio Ferroni, Michele Giuliano, Luca Insalaco, Franco La Magna, Valentino Larcinese, Salvatore Lo Iacono, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Davide Mancuso, Raffaella Milia, Gaia Montagna, Antonello Montante, Angelo Pizzuto, Diego Scarabelli, Gilda Sciortino, Maria Tuzzo, Delia Vaccarello, Giorgio Vaiana.

  • La bomba a tempo dei ragazzi senza lavoro;
  • Le mani dei clan sul gioco d’azzardo. Un giro d’affari di 76 miliardi di euro;
  • Uno su 2 gioca d’azzardo, 500mila dipendenti. Il giocatore tipo è maschio, fuma e beve;
  • Lezioni di antimafia nel nome di Falcone;
  • Aspetto gentile, effetto micidiale. Il boom delle nuove droghe “intelligenti”;
  • Trasporto ecologico, sostenibilità urbana. La ricetta di Legambiente contro la Mal’aria;
  • La “sfiga” di avere meno opportunità;
  • La giustizia ha le armi spuntate e Cosa nostra continua a fare affari;
  • Italiani popolo di litigiosi. Giudici di pace sommersi dai ricorsi;
  • In difesa del partigiano Ingroia;
  • Concorso esterno e favoreggiamento. Ipotesi di reato per l’impresa estorta;
  • Un rating più alto alle imprese antimafia;
  • Armao: “Verbumcaudo ora è dei siciliani”. Verso il rilancio del feudo tolto ai Greco;
  • Il business della formazione professionale. In Sicilia oltre 400 milioni e 9 mila dipendenti;
  • Vincenzo Consolo e la Sicilia fuor di metafora;
  • Consolo, una prosa che si trasforma in poesia;
  • Italiani di serie B;
  • I drammi dell'agricoltura siciliana;
  • Ribellismo e modernizzazione;
  • Narrare in una Gerusalemme in fiamme. L’ultimo Gamboa è un pozzo dei desideri;
  • Sicilia, formazione inefficiente e sprecona lettera aperta dei lavoratori del settore;
  • Quando l’Unione Europea diventò stealth;
  • Sms solidale in favore di Emergency. Due euro per sostenere l’ospedale di Kabul;
  • L’enigma della bianca tela;
  • Cresce la voglia di docu-film sui gay;
  • Lady di ferro, lotta per il potere e..delfini;


Scrittore di impegno civile
Anno 6 N.4 - 30 gennaio 2012

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Vincenzo Consolo, Goffredo Fofi, Vito Lo Monaco, Gianni Parisi, Concetto Prestifilippo.
Le foto di questi numero sono tutte di Giuseppe Leone che ringraziamo sentitamente per aver reso possibile un prezioso itinerario iconografico sulla figura di Vincenzo Consolo e di altri protagonisti siciliani della letteratura quali Leonardo Sciascia e Gesualdo Bufalino.

  • La forza della scrittura contro il potere;
  • Il sorriso di Consolo il Marinaio;
  • Il mio amico Vincenzo;
  • Guttuso e la sua amata Bagheria;
  • Cosa dobbiamo a Sciascia;


Lanterne rosse in Sicilia
Anno 6 N.3 - 23 gennaio 2012

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Giovanni Abbagnato, Maurizio Ambrosini, Alessandro Bellavista, Daniele Billitteri, Vincenzo Borruso, Mimma Calabrò, Dario Carnevale, Dario Cirrincione, Matteo Cisarri, Melania Federico, Antonella Filippi, Pietro Franzone, Alessandro Garilli, Michele Giuliano, Luca Insalaco, Franco La Magna, Diego Lana, Salvatore Lo Iacono, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Davide Mancuso, Gianfranco Maris, Raffaella Milia, Maurizio Molinari, Giuseppe Oddo, Gaetano Paci, Angelo Pizzuto, Donatella Porrini, Pietro Scaglione, Gilda Sciortino, Andrea Stuppini, Giorgio Vaiana, Pietro Vento, Pietro Vertova.

  • La riscossa della Sicilia non passa per i Forconi;
  • Manifatture, artigianato, attività commerciali. L’imprenditoria cinese “invade” la Sicilia;
  • Cittadinanza e diritto di voto per favorire l’integrazione;
  • L’immigrato va, i contributi restano;
  • Politiche di buon senso sull’immigrazione;
  • Immigrazione: strada in salita per consulte comunali e legge regionale;
  • Un nuovo futuro oltre “La linea”. A Favignana i detenuti diventano cuochi;
  • Dal Marsala alla mortadella e ai formaggi. Allarme contraffazione per i prodotti siciliani;
  • Sicilia, uno sguardo oltre i forconi;
  • Dilaga nel 2011 l’utilizzo del lavoro nero. In Sicilia un lavoratore su quattro fuori regola;
  • RcAuto, premi senza concorrenza;
  • Ecco i mandati della strage di Portella;
  • Le noiose dimissioni di Cammarata;
  • La via Crucis del centrosinistra nelle candidature a Sindaco di Palermo;
  • Coppie di fatto: la polemica in Sicilia;
  • Per la rinascita del nostro paese;
  • L’ipotesi di una tassa sul cibo spazzatura piace a otto italiani su 10: fa bene alla salute;
  • Ricordare per educare al futuro nel ventennale delle stragi del ‘92;
  • “Con gli occhi di Paolo”;
  • Nasce l'osservatorio sulle confische ai mafiosi. A Palermo il non-compleanno di Borsellino;
  • Il fenomeno estorsivo e la sua percezione;
  • Il superamento del dualismo nel mercato del lavoro: veri e falsi problemi;
  • Il miraggio della terra. Contadini di Sicilia nel Risorgimento;
  • Tra intimidazioni e atti vandalici apre a Palermo il parco Ninni Cassarà;
  • Il nebbioso Mozambico di Couto, dove nessuno è ciò che dice d’essere;
  • Se l’impresa rompe le scatole alla mafia. Astone: resistere ai boss fa guadagnare;
  • Ebrei ma ariani: 2000 si salvarono con il trucco di uno Schindler iraniano;
  • Mauthausen, la "musica" di noi maiali;
  • Il rimedio della menzogna secondo Eduardo;
  • Umberto Barbaro, intellettuale marxista, scomodo e...dimenticato;


Venti di recessione
Anno 6 N.2 - 16 gennaio 2012

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Giovanni Abbagnato, Vincenzo Borruso, Mimma Calabrò, Natale Conti, Dario Cirrincione, Eduardo Di Blasi, Melania Federico, Antonella Filippi, Michele Giuliano, Alessandra Iadicicco, Franco La Magna, Salvatore Lo Iacono, Vito Lo Monaco, Danilo Mainardi, Davide Mancuso, Raffaella Milia, Gaia Montagna, Antonello Montante, Angelo Pizzuto, Marco Ponti, Antonio Scaglione, Gilda Sciortino, Leo Sisti, Elio Sofia, Delia Vaccarello.

  • La crisi che la politica non vede;
  • La crisi economica indebolisce la Sicilia. Scende ancora il tasso di occupazione;
  • Meglio opere utili che Grandi opere;
  • Lavoro straniero, Sicilia tra le prime in Italia per immigrati impiegati in posti d’alta qualifica;
  • Le relazioni industriali nel tempo della crisi;
  • Sos Impresa, la Mafia prima azienda italiana. Un utile annuale di oltre 100 miliardi;
  • Imprese creditrici della P.A.. Un tesoro di 70 miliardi per lo Stato;
  • L’Irfis nasce e muore nel ricordo dei buchi creati da Ems, Espi e Azasi;
  • L’ospedale a dimensione donna;
  • Camera dei Deputati nei guai con la Giustizia. Un documento su 4 autorizzazione a procedere;
  • Gli effetti della “protezione” mafiosa;
  • Legambiente: l’Italia continua a franare. Otto comuni su dieci a rischio idrogeologico;
  • Sei omosessuale? Ti rifiuto. I ragazzi allontanati dai genitori;
  • L'uomo che cattura i fiocchi di neve;
  • D’Alessandro scopre la contemporaneità. Con “Soli” rinnova i fasti dell’opera prima;
  • Da Parmalat a Italease. Ecco “L’Italia dei crack”;
  • In ricordo di Giovanni Tranchina;
  • “Un’altra donna è possibile”, in un libro la figura femminile nell’era del Bunga Bunga;
  • Le star dell’american soul in Sicilia per i concerti del Blues & Wine Festival;
  • “La damnation de Faust” di Berlioz inaugura la stagione 2012 del Teatro Massimo;
  • Teatro Atlante, spazio a Palermo per un progetto d’innovazione culturale;
  • Matteo Collura e Melo Minnella svelano quel gran teatro chiamato Sicilia;
  • “Turi Marionetta” mette in scena la poesia e la magia delle marionette;
  • Orlando nell’età dei Lumi;
    Gatti, artisti muti e ambigui uomini di potere;


Compleanno in carcere
Anno 6 N.1 - 9 gennaio 2012

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Dario Cirrincione, Roberto De Benedictis, Alessandra Dino, Antonella Filippi, Franco Garufi, Salvo Gemmellaro, Franco La Magna, Salvatore Lo Iacono, Vito Lo Monaco, Davide Mancuso, Gaia Montagna, Angelo Pizzuto, Roberto Puglisi, Gaetano Savatteri

  • La sfida riformista per la Sicilia;
  • “Sono andato a sbattere contro la mafia”. Cuffaro racconta un anno di prigione;
  • La dignitosa amarezza di Cuffaro in cella;
  • Il clientelismo e i suoi complici;
  • Lombardo e la decenza;
  • Monti e Fornero alla sfida del lavoro;
  • Il Nido fa bene, ai genitori e ai figli;
  • “Non un eroe ma un giornalista”. Catania ricorda Giuseppe Fava;
  • “Le auto di Termini non saranno cinesi”. Di Risio: così rilanceremo la fabbrica;
  • Brave persone dietro nazismo e comunismo. L’ambizioso romanzo dell’israeliano Baram;
  • Nino Manfredi, che sembrava non recitasse;
  • A Palermo il «Macbeth» parla coreano. Ecco la nuova stagione del Teatro Biondo;
  • La diva mancata di “Divorzio all’Italiana”;


Carissima polizza
Anno 5 N.45 - 19 dicembre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Giuseppe Ardizzone, Riccardo Arena, Andrea Brandolini, Dario Carnevale, Leonardo D’Urso, Donatella Ferranti, Leopoldo Gargano, Salvo Gemmellaro, Margherita Gigliotta, Michele Giuliano, Franco La Magna, Diego Lana, Salvatore Lo Iacono, Stephen P. Jenkins, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Davide Mancuso, John Micklewright, Raffaella Milia, Brian Nolan, Massimiliano Panararari, Angelo Pizzuto, Francesca Scaglione, Gilda Sciortino, Elio Sofia, Maria Tuzzo, Giorgio Vaiana, Pietro Vento.

  • Monti e la manovra dimezzata;
  • Aumento delle polizze, tagliandi falsi. Le spine dell’Rc Auto in Italia;
  • Il paradosso delle cause Rc Auto in Campania;
  • Poveri ma con la fuoriserie in garage. I record siciliani dell’evasione fiscale;
  • Morosità, nel 2011 recuperi record per l'Agenzia delle entrate siciliana;
  • La grande recessione e i redditi familiari;
  • Cooperative di servizi sociali al collasso. L'allarme di Mancini: a rischio 11.500 addetti;
  • Venturi vara la riforma dei Consorzi Asi «Avremo zone industriali a burocrazia zero»;
  • Bagarre nel centrosinistra per la corsa a sindaco di Palermo;
  • La crisi dell’eurozona e la nostra crisi;
  • Verso la riforma del lavoro;
  • Tra diritto di cronaca e rispetto della privacy. Pubblicare le intercettazioni: quale il limite?;
  • Il contrasto alle mafie alla luce del nuovo Codice Antimafia;
  • “Ha vinto lo Stato”;
  • La denuncia del procuratore Ingroia: «C’è un certo disimpegno dello stato»;
  • L’allarme del procuratore Francesco Messineo: “Matteo Messina Denaro riscuote consenso”;
  • Terzani prima di diventare Terzani. L’inno alla gioventù dell’amico De Maio;
  • Il lavoro, la protesta, i sorrisi nelle foto per i diritti delle donne;
  • Il conte Dracula è nato a Bisanzio;
  • Scambio giornalistico Sicilia-Russia. Cinque studentesse nelle redazioni siciliane;
  • “Los Politicos” e i mali della politica;
  • Paolo Poli e il trasformismo sentimentale;
  • Retrospettiva su Altman al Torino Film Festival;


La carica dei sindaci
Anno 5 N.44 - 12 dicembre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Giuseppe Ardizzone, Mimma Calabrò, Silvia Dentico, Antonella Filippi, Max Firreri, Pietro Franzone, Franco Garufi, Salvo Gemmellaro, Vincenzo Giannetto, Michele Giuliano, Franco La Magna, Salvatore Lo Iacono, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Francesco Manaresi, Davide Mancuso, Gianni Marotta, Annamaria Martorana, Raffaella Milia, Gaia Montagna, Michele Pellizziari, Giovanni Pica, Emilio Pintaldi, Angelo Pizzuto, Anna Politkovskaja, Francesca Scaglione, Diego Scalabrelli, Gilda Sciortino, Elio Sofia, Franco Stefanoni, Josè Trovato, Maria Tuzzo, Giuseppina Varsalona, Iacopo
Viciani.

  • Lettera aperta al prefetto Caruso. “Non vendete i beni confiscati ai boss”;
  • Istat, Comuni siciliani finanziaramente fragili. Dipendenti dai trasferimenti statali e regionali;
  • Le sfide impossibili per conquistare Palermo;
  • Qualità della vita, male le province siciliane. Bologna la città più vivibile, ultima Foggia;
  • Internet gratis si diffonde nei comuni siciliani. Il centro storico di Alcamo diventa “wi-fi”;
  • Missione qualità per le professioni;
  • Il forziere degli Ordini;
  • Cooperazione: le molte sfide del nuovo ministero;
  • Aiuto italiano: quando piove sul bagnato;
  • Il prefetto Caruso annuncia: “Per l’Agenzia la vendita dei beni confiscati non è un tabù”;
  • Meccanismi di aggiudicazione degli appalti pubblici;
  • Campo di concentramento a indirizzo commerciale;
  • Un fiore per le nostre forze dell’ordine;
  • L’imparabile rigore di Mario Monti. Ma il gol è diretto sempre agli stessi;
  • L’asse franco-tedesco e prospettive europee;
  • I racconti senza filo di Vicolo Culo di Sacco. Billitteri fa il romantico con la solita ironia;
  • uando la musica irrompe nella vita, le ineffabili storie di Zoran Živković;
  • Al Festival della legalità di So.le.Xp nasce la patente genetica per il vino siciliano;
  • “Nostalgia della luna”, il tempo dell’attesa nel nuovo romanzo di Nonuccio Anselmo;
  • La Sicilia nella supremazia del matriarcato;
  • Donne. L’altra metà del cielo” protagoniste della stagione del Teatro Stabile di Catania;
  • Gianni Grimaldi, popolare e fluviale regista di successo;


Un codice forte contro la mafia
Anno 5 N.43 - 5 dicembre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Giovanni Abbagnato, Alberto Alesina, Mimma Calabrò, Natale Conti, Pietro Franzone, Salvo Gemmellaro, Umberto Ginestra, Michele Giuliano, Silvia Iacono, Andrea Ichino, Franco La Magna, Salvatore Lo Iacono, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Angelo Longo, Matteo Lunardini, Davide Mancuso, Raffaella Milia, Angelo Napoli, Michele Polo, Angelo Pizzuto, Francesca Scaglione, Gilda Sciortino, Elio Sofia, Maria Tuzzo, Pietro Vento.

  • Mafia e politica, il patto scellerato;
  • Il ministro Cancellieri fissa le priorità d’azione: Lotta alla mafia e ai suoi interessi economici;
  • Colletti bianchi e soldi sporchi vanno insieme. Il riciclaggio svelato da Grasso e Bellavia;
  • L’infiltrazione mafiosa negli appalti pubblici;
  • La ‘Ndrangheta al nord c’è;
  • Rapporto Res: puntare sulle risorse locali. Beni culturali e ambientali contro la crisi;
  • Dopo la Fiat a Termini Imerese;
  • Gli operai di Termini saranno tutelati. Tutti riassunti dalla Dr a fine 2013;
  • Perchè è utile tassare meno le donne;
  • Formazione Sicilia, costi record per il 2012. Uil: la spesa prevista è di 340 milioni di euro;
  • In memoria di Giambattista Scidà: Scomparsa di un combattente gentile;
  • La mafia a Milano esiste ed è potente. Seconda conferenza del Progetto Educativo;
  • “Pio La Torre e la battaglia antimafia”. A Sant’Agata un incontro-dibattito;
  • Quando il cuore abbraccia la natura;
  • La primavera breve, quando Palermo sognava una Città per l’Uomo;
  • La meravigliosa utilità di… Paolo Nori. Irresistibili e surreali discorsi a zig-zag;
  • I paesaggi di Rui Inacio illuminano Villa Alliata a Palermo;
  • Eduardo: uomo, galantuomo, “uomo di paglia”;
  • Il tema dell’infanzia nella ricerca teatrale del giovane Liborio Natali;
  • “Sospensioni. Momenti al disincanto”. Rassegna di Arti Visive, Musica, Teatro;
  • Il cinema “trascendentale” di Vittorio De Seta;
  • Capire l’attualità di Frank Zappa. Il grillo parlante del Novecento;


Integrazioni al Codice Antimafia
Anno 5 N.42 - 28 novembre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Antonio Balsamo, Ettore Barcellona, Giovanni Chinnici, Elio Collovà, Umberto Di Maggio, Laura Garavini, Pietro Grillo, Antonio Ingroia, Antonio La Spina, Vito Lo Monaco, Francesco Menditto, Antonello Montante, Piergiorgio Morosini, Calogero Gaetano Paci, Giuseppe Sanfilippo, Luciano Silvestri, Vittorio Teresi.

  • Un’occasione perduta;
  • Verso un nuovo codice antimafia;
  • Il “codice antimafia” e il libro dei sogni…;
  • Il Testo Unico Antimafia. Obiettivo ancora tutto da perseguire;
  • Lotta alla mafia: una lotta civile e legislativa;
  • Mafie e corruzione;
  • Il codice delle leggi antimafia: il luogo delle antinomie;
  • Un Codice antimafia da riformare;
  • Un testo di poche luci e tante ombre;
  • Misure di prevenzione personali e conflitto di competenza;
  • Autoriciclaggio e concorso esterno. Cosa manca al codice antimafia;
  • Il ruolo dell’amministratore giudiziario e il supporto probatorio all’azione penale;
  • A rischio la sopravvivenza delle aziende sequestrate;
  • Gestione dei beni confiscati: attività sempre più a rischio;
  • La tutela delle vittime di reato;
  • L’eredità pesante del Governo Berlusconi;
  • Il vano tentativo di riorganizzazione della disciplina sulle misure di prevenzione;


asud'europa
Progetto educativo antimafia
Associazione internazionale Guido Dorso
Donaci il 5x1000
RASSEGNA VIDEO
11 Ottobre 2018 | Commenti (0) | Parti video 1

8 Giugno 2018 | Commenti (0) | Parti video 1

« Video precedenti

ISCRIVITI ALLA MAILINGLIST
Nome
Cognome
Email
Codice antispam E1BGV
Vuoi ricevere "asud'europa"?
 
I dati personali e l'indirizzo di posta elettronica forniti verranno trattati secondo il d.lgs. n. 196/2003 dal Codice Civile sulla tutela dei dati personali
Archivio digitale Pio La Torre
La Marcia di Pio
Memoria fotografica
Sito web realizzato da