asud'europa
Settimanale di politica, cultura ed economia

Cerca fra i titoli Frase esatta

Pensionati in guerra
Anno 5 N.41 - 21 novembre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Giovanni Abbagnato, Marco Accossato, Alessandro Agostinelli, Giuseppe Ardizzone, Salvo Butera, Mimma Calabrò, Calogero Massimo Cammalleri, Pietro Franzone, Salvo Gemmellaro, Michele Giuliano, Rony Hamavi, Silvia Iacono, Franco La Magna, Salvatore Lo Iacono, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Davide Mancuso, Raffaella Milia, Gaia Montagna, Franco Nicastro, Angelo Pizzuto, Francesca Scaglione, Gilda Sciortino, Elio Sofia, Daniele Tagliavia, Simonetta Trovato, Maria Tuzzo, Giorgio Vaiana, Federico Varese, Giuseppina Varsalona, Pietro Vento.

  • Il difficile cammino di Monti;
  • Aumento dell’età pensionale per i dipendenti. Sindacati e lavoratori sul piede di guerra;
  • L’Europa spinge sulla riforma delle pensioni. Dall’età al cumulo, ecco le ipotesi in campo;
  • La crisi del sistema Italia ed il nuovo governo;
  • L'Europa, il lavoro e i licenziamenti. Flexicurity e sommerso, sfide (im)possibili?;
  • Prime riflessioni sul governo Monti. Per non falsare il dibattito politico;
  • La politica si fa su Facebook e Twitter. Ecco i profili dei re siciliani del click;
  • Al Sud un quarto del debito italiano. Zavorra da 28,4 mld, la Sicilia è sotto la media;
  • L’Università italiana tiene famiglia. Ecco i cognomi più diffusi tra i professori;
  • Torna sabato nei supermercati italiani la Giornata nazionale della colletta alimentare;
  • Pentiti sfrattati e senza assistenza sanitaria. La protezione a rischio per mancanza di fondi;
  • Tunisia ed Egitto alla prova delle elezioni;
  • La Fiat anticipa la fuga da Termini Imerese. Gli operai s’incatenano davanti al municipio;
  • La Camusso a Palermo per il lavoro: «La politica riduca sprechi e privilegi»;
  • Dopo 50 anni si rievoca “Il giorno della civetta”. Con Sciascia la mafia si fece letteratura;
  • Domanda e offerta di “protezione privata”;
  • “Messina Denaro senza successori”. Di Girolamo e il giornalismo residente;
  • Equatore, amore, schiavitù per un eroe tragico. La convivenza fra popoli per Sousa Tavares;
  • Sud America, tra guerriglie e governi corrotti i narcos stanno vincendo la guerra della droga;
  • Nativi digitali sempre più multitasking. Telefono Azzurro: molti malati di "sexting";
  • Analisi e valutazione delle politiche pubbliche. Un manuale per studenti e amministratori;
  • Dialogo proficuo tra le varie religioni. A Palermo due giorni di studio interculturale;
  • Boom di cosmetici falsi, rischi per la salute. In 3 anni +128%, sequestrate 40mila confezioni;
  • "Ecco le facce del fumo". Il vizio si legge sulla pelle;
  • Ascanio Celestini, se questa è patria...;
  • Le due facce di Galatea al Bellini di Palermo;
  • Francesco Foti, dai Cavalli Marci si arriva a “Niuiòrc Niuiòrc”;
  • Robert Altman: un ribelle contro Hollywood e il sogno americano;


Sogni d'oro
Anno 5 N.40 - 14 novembre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Daniele Billitteri, Carlo Carboni, Luciana Cimino, Pietro Franzone, Franco Garufi, Salvo Gemmellaro, Margherita Gigliotta, Michele Giuliano, Pietro Greco, Tano Gullo, Franco La Magna, Salvatore Lo Iacono, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Davide Mancuso, Antonello Mangano, Antonio Mazzeo, Raffaella Milia, Gaia Montagna, Antonello Montante, Angelo Pizzuto, Concetto Prestifilippo, Francesca Scaglione, Gilda Sciortino, Luigi Sturniolo, Simonetta Trovato, Maria Tuzzo, Giorgio Vaiana.

  • Dopo la cacciata del Cavaliere dimezzato;
  • La chimera del Ponte sullo Stretto di Messina. Un sogno sinora costato oltre 280 milioni;
  • Crimine organizzato e costruzione del Ponte;
  • Sciogliere la Stretto di Messina, chiudere la partita;
  • Un Sud ancora fuori dalle rotte;
  • La Cgil parte civile contro le cosche calabresi;
  • Pignatone: “Così muta la ‘ndrangheta”. Intervista al procuratore di Reggio Calabria;
  • La legalità necessaria allo sviluppo;
  • La nuova caccia all’oro dei ladri italiani. Aumentano i furti in casa, +12% nel 2010;
  • Avanzano gli indicatori di benessere. Non solo Pil, la salute è la priorità;
  • Inail Sicilia: stabili gli infortuni sul lavoro. In diminuzione gli incidenti mortali;
  • Burocrazia, carenti investimenti e infrastruture. Le imprese siciliane costrette a boccheggiare;
  • Villa del Casale, restauro infinito. Slitta la riapertura: turismo in crisi;
  • La mappa del rischio idrogeologico nell’Isola;
  • La Sicilia in bilico, allarme dei geologi. “Impotenti davanti alle catastrofi”;
  • Fiumi sotterranei, alvei mai puliti che cedono. La bomba d’acqua che si abbatte sulla Sicilia;
  • Coscienza? Una, nessuna e centomila. Elvira Seminara e un’ironia di classe;
  • Una scatola, una pellicola e la luce di un foro. Da Palermo a Parigi foto con l’anima dentro;
  • Torte buone e belle da guardare. Corso di “Cake Design” al centro Biotos;
  • Gli effetti distorsivi della mafia sull’economia legale;
  • In un libro l'identikit dei “boss in gonnella”. La rivista Meridiana analizza le donne di mafia;
  • Antologia della città;
  • Cosa ha distrutto i Maya? La disuguaglianza;
  • E se a fare la rivoluzione ci pensassero i nonni?;
  • Gabriele Lavia e i nuovi “Masnadieri”;
  • Amori impossibili e magici passi di danza;


L'Europa s'allontana
Anno 5 N.39 - 7 novembre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Enzo Borruso, Tonino Calà, Dario Carnevale, Guido De Blasio, Silvia D’Onghia, Pietro Franzone, Franco Garufi, Salvo Gemmellaro, Giacomo Giossi, Michele Giuliano, Thorvaldur Gylfason, Silvia Iacono, Franco La Magna, Salvatore Lo Iacono, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Marilena Macaluso, Davide Mancuso, Giuseppe Martorana, Raffaella Milia, Gaia Montagna, Angelo Pizzuto, Francesca Scaglione, Gilda Sciortino, Paolo Sestito, Barbara Spinelli, Simonetta Trovato, Maria Tuzzo, Giorgio Vaiana, Pietro Vento

  • L’Italia frana e la Sicilia non sta tanto bene;
  • L’Europa “minaccia” le regioni italiane. Finanziamenti a rischio per il Meridione;
  • Convegni, pubblicità e consulenze. Così la Sicilia spende, poco, i fondi europei;
  • Truffe ai fondi europei, Italia sul podio. L'Olaf: seconda in Europa dopo la Bulgaria;
  • Rita Borsellino sindaco di Palermo;
  • Rapporto sul mondo del lavoro 2011: Si va verso una più profonda recessione;
  • Stragi di mafia, le verità di Spatuzza: ad eseguirle i macellai di Brancaccio;
  • La criminalità mafiosa nel Mezzogiorno d’Italia;
  • Donne di mafia, scenari interpretativi e analisi comparative;
  • La denuncia del sindacato di polizia: “Mancano adeguate risorse per la sicurezza”;
  • Le carceri italiane scoppiano: in 147 occupano 100 posti;
  • Carceri, si suicidano anche gli agenti;
  • Le contraddizioni del turismo siciliano. Aumentano i turisti, cala il fatturato;
  • Islanda, dopo la crisi una nuova costituzione;
  • La proroga al taglio dei punti nascita;
  • Il capitale sociale: cos’è e cosa spiega;
  • Camerino la migliore università italiana. Ricerca Censis: arrancano gli atenei del Sud;
  • Pensare una cosa di sinistra;
  • Il “Dio Peccatore” di Mario Ricotta;
  • Charles o Charlotte, l’amore di Adéle Hugo. La prosa raffinata di Helen Humhpreys;
  • “Niente va perso”, esegesi della mafia nel nuovo romanzo di Stefano Poli;
  • La Sicilia inedita della Rai torna in onda sul web;
  • Claudio Magris ... e anche la logica non si sente troppo bene;
  • Carmen, Tosca, La Traviata, Le nozze di Figaro. Il ricco programma del teatro Bellini di Catania;
  • Alla casa delle culture di Roma “Dollirio” dei dollari con Romeo e Maniscalco;
  • «Per guardarti meglio» debutta a Palermo. Emma Dante affronta il tema della pedofilia;
  • Il belga Tintin targato USA, nostalgico bar sport e…fine del mondo;


Tra Palermo e Bucarest
Anno 5 N.38 - 31 ottobre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Natale Conti, Pietro Franzone, Michele Giuliano, Franco La Magna, Diego Lana, Salvatore Lo Iacono, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Brunella Lottero, Davide Mancuso, Giuseppe Martorana, Raffaella Milia, Tommaso Monascelli, Pasqule Petix, Angelo Pizzuto, Francesca Scaglione, Gilda Sciortino, Elio Sofia, Nicola Tranfaglia, Simonetta Trovato, Maria Tuzzo.

  • In via D’Amelio lo Stato ha perso ancora;
  • Viaggio alla scoperta della Romania. Tra contraddizioni e voglia di crescita;
  • Scambi commerciali tra Sicilia e Romania. Raddoppiano le importazioni, cala l’export;
  • Non oggetto di studio ma di confronto. Il popolo rom e la sua ricchezza culturale;
  • La trattativa tra mafia e Stato, nuove verità. Brusca: «I contatti avviati prima delle stragi»;
  • Dal furto della “126” al botto in via D’Amelio. Ecco i dieci giorni che precedettero l’eccidio;
  • Mafia e teoria dell’organizzazione;
  • Studiare economia? Vale la pena;
  • Laurea ed occupazione;
  • Durc, cassa integrazione, Prof 2011. I nodi della formazione professionale;
  • Termini, dalla Regione 150 mln per il dopo Fiat. I sindacati: sì a Dr Motors se tutela i lavoratori;
  • Il declino dell’occidente. Il caso Italia;
  • Pino Lanza, maestro tra sociale e politica;
  • I numeri di Fonda Azioni per Librino, progetto per i minori a rischio di Catania;
  • Un secolo e mezzo, tre continenti, una famiglia. Il prodigioso libro delle “statuine” ritrovate;
  • Gheddafi: il corpus vilipeso della tirannide;
  • Uwe Jaentsch sulle orme di Goethe a Palermo;
  • Storia di Suad Omar, da turista a cittadina italiana;
  • Marco Belardi, produttore del film Immaturi: “Il mio segreto? Passione e mettersi in gioco”;
  • ll Festival di Morgana annuncia sorprese. Le marionette si danno all’opera lirica;
  • Un amore selvaggio;


La piovra in apnea
Anno 5 N.37 - 24 ottobre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Giovanni Abbagnato, Nicola Amendola, Maurizio Assalto, Barbara Biasi, Isabella Catalano, Dario Carnevale, Gemma Contin, Michele Giuliano, Antonio Ingroia, Franco La Magna, Salvatore Lo Iacono, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Davide Mancuso, Anna Masera, Alberto Mattioli, Raffaella Milia, Rachele Poggi, Michele Pellizzari, Angelo Pizzuto, Concetto Prestifilippo, Maria Cristina Rossi, Francesca Scaglione, Gilda Sciortino, Mirella Serri, Maria Tuzzo, Giovanni Vecchi.

  • Ricordare l’Unità d’Italia senza retorica;
  • Così la mafia colonializza il Nord;
  • Cosa Nostra in apnea aspetta il ritorno dei boss;
  • Criminalità organizzata ed evasione fiscale;
  • Rifiuti nocivi smaltiti in una discarica abusiva. Indagini sull’Euteco dell’architetto Liga;
  • La dimensione storica e culturalista della mafia;
  • Vertice a Trapani sui beni confiscati. Pon Sicurezza, al Sud progetti per 54 milioni;
  • I volti del disagio nei centri Caritas: sempre più persone vi si rivolgono;
  • Le tre povertà degli italiani;
  • Fibrillazioni a Palermo;
  • Salgono in Sicilia precariato e disoccupazione. Cgil: credito di imposta a chi assume giovani;
  • Ecosistema urbano, Sicilia ancora bocciata. Palermo e Siracusa le città peggiori d'Italia;
  • La generazione che paga per tutti;
  • L’assessore al lavoro Piraino avverte: “Tirocini e orientamento ridimensionati”;
  • Tour formativo in Sicilia per 4 studenti Usa promosso dal Centro Studi Euro Mediterraneo;
  • Un'altra primavera per Cartagine;
  • Dal ristorante solitario al sarto che clona abiti. Una guida svela la Parigi segreta e bizzarra;
  • L’11 marzo 2004 secondo Menédez Salmòn: l’amore e i libri contro la paura e le menzogne;
  • La saga di Assange, il corsaro del libero Web;
  • “Ho suonato con Dio”. Mario Biondi si racconta;
  • “Percorsi nell’immaginario”, in mostra i capolavori fotografici di Melo Minnella;
  • Il matriarcato nella Spagna di Franco;
  • Autista di rapinatori, Rock star attempata e...gnomi;
  • Parla il fotoreporter Reza Deghati: “Così il mondo arabo si sta risvegliando”;


La rabbia dei giovani
Anno 5 N.36 - 17 ottobre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Vincenzo Borruso, Stefano Corradino, Antonella Filippi, Salvo Gemmellaro, Fulvio Gioanetto, Michele Giuliano, Pietro Greco, Francesco La Licata, Franco La Magna, Salvatore Lo Iacono, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Davide Mancuso, Giuseppe Martorana, Raffaella Milia, Antonella Monastra, Salvatore Montaperto, Franco Nicastro, Valentino Parlato, Angelo Pizzuto, Concetto Prestifilippo, Dario Prestigiacomo, Elio Sofia, Francesca Scaglione, Gilda Sciortino, Maria Tuzzo, Giorgio Vaiana.

  • I limiti della nuova Pac in Sicilia;
  • Attenti ai giovani;
  • La crisi della pesca siciliana. Fatturato in calo di 152 milioni di euro;
  • Italia in mora per l’utilizzo delle spadare. Rischia una maximulta dall’Unione Europea;
  • L’Ue riforma la politica agricola comune. Tagli di 285 milioni per gli agricoltori italiani;
  • Famiglie disgregate generano le baby gang. I pm di Gela: criminalità minorile spietata;
  • Strage Borsellino, gli oscuri scenari di un depistaggio;
  • “Al servizio di un comitato d’affari-mafia”. Le accuse dei giudici al ministro Romano;
  • La mafia vista dai ragazzi. Al via il Progetto educativo antimafia;
  • Il pm Tona incontra gli studenti di Palma. “Riappropriamoci della nostra sicilianità”;
  • I teorici della scelta razionale;
  • La riduzione dei punti nascita. La sanità alla rovescia dell’assessore Russo;
  • Decreto sviluppo, rinegoziazione del mutuo per l’acquisto di case per le famiglie disagiate;
  • “L’Italia sono anch’io”, mobilitazione popolare per disegni di legge sui diritti alla cittadinanza;
  • Ustica, verità e giustizia ancora dimezzate;
  • L'invasione degli alberi mostro. Coltivazioni segrete di foreste ogm;
  • ll risorgimento del Principe di Lampedusa;
  • Anna Politkovskaja, cinque anni dopo;
  • Le cose da salvare secondo Haley Tanner: paure, illusioni, cicatrici, sogni e amore;
  • Indro Montanelli e i suoi brevi addii con la penna intinta nel veleno;
  • “Il trovatore” di Verdi sigla i festeggiamenti del Teatro Massimo per il 150° d'Italia;
  • Rinnovato successo per “Cari e Stinti” al Teatro Stabile di Catania;
  • Amori sado-maso, cambio di sesso e dubbi escatologici;


L’industria che muore
Anno 5 N.35 - 10 ottobre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Giovanni Abbagnato, Vincenzo Borruso, Mimma Calabrò, Dario Carnevale, Antonello Cracolici, Vincenzo Falci, Antonella Filippi, Federico Fiume, Pietro Franzone, Andrea Garnero, Salvo Gemmellaro, Michele Giuliano, Silvia Iacono, Franco La Magna, Diego Lana, Salvatore Lo Iacono, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Davide Mancuso, Romina Marceca, Raffaella Milia, Mario Portanova, Angelo Pizzuto, Salvo Ricco, Elio Sofia, Francesca Scaglione, Gilda Sciortino, Maria Tuzzo, Giorgio Vaiana.

  • L’antimafia parte dalle scuole;
  • Da Carini a Termini Imerese e Brancaccio. Così è morta l’industria a Palermo;
  • Tempi duri per le imprese siciliane. Oltre 20mila chiusure nel primo semestre 2011;
  • Almeno 60 mila auto l’anno e 1300 assunzioni. Il piano Dr per Termini non convince gli operai;
  • I “dolori” del Pd siciliano;
  • Pd-Moderati? In Sicilia i tempi sono maturi;
  • “Sveglie” al governo e uova contro i tagli. Da Torino a Palermo studenti in piazza;
  • Compensi d’oro delle regioni. Senza alcun merito;
  • Il debito pubblico e la manovra economica del governo;
  • Strutture stracolme e poco sicure. E’ allarme per le carceri siciliane;
  • Dove nascere, dove partorire in Sicilia?;
  • Dalle «ceneri» di due holding vicine alla mafia a Caltanissetta apre il cantiere della legalità;
  • Parte il Progetto Educativo Antimafia;
  • Capitale sociale e mafia;
  • La mafia, la politica, i “graziati” del 41 bis: Il pm Ardita parla dei segreti della “trattativa”;
  • Un polo ortopedico nella clinica tolta ai boss. Villa Santa Teresa sigla l’intesa col Rizzoli;
  • Wikipedia a capo della rivolta della Rete contro il Bavaglio a blog e siti d’informazione;
  • Boom di stranieri nel regno della Lega Nord. Nell’area di Milano i Comuni con più immigrati;
  • Rebecca, la profuga tunisina che cerca oltre 500 ragazzi immigrati scomparsi;
  • Cgil Sicilia: troppi tagli sulle scuole siciliane. Cura Gelmini costata oltre 10mila cattedre;
  • Olivia Sellerio: «Un filo di canzoni per ricordare mia madre Elvira»;
  • Un catanese con Hitchcock;
  • Risuonano in un nuovo libro-cd le melodie delle antiche serenate di Sicilia;
  • La nuova stagione del Teatro Massimo. Il via a gennaio con “La damnation di Faust”;
  • Ottimista la volontà, pessimista la ragione. A tre mesi dall’occupazione del Teatro Valle;
  • “Apocalisse in pantofole” è una scoperta. Franceschini, voce originale e visionaria;
  • Conclusa la IX Edizione del Trailers Film Fest a Catania;
  • La baronessa senza clichè. Teresa De Sio torna con un nuovo album;


Sindaci alla deriva
Anno 5 N.34 - 3 ottobre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Maria Flavia Ambrosiano, Gaetano Armao, Rosario Bentivegna, Tito Boeri, Massimo Bordignon, Enzo Borruso, Mimma Calabrò, Calogero Massimo Cammalleri, Dario Cirrincione, Adriano Donaggio, Franco Garufi, Salvo Gemmellaro, Michele Giuliano, Bruno Gravagnuolo, Silvia Iacono, Franco La Magna, Salvatore Lo Iacono, Antonella Lombardi, Vito Lo Monaco, Davide Mancuso, Giuseppe Martorana, Raffaella Milia, Renato Pallavicini, Angelo Pizzuto, Giuseppe Pipitone, Concetto Prestifilippo, Francesca Scaglione, Domenico Scarpa, Gilda Sciortino, Maria Tuzzo, Giorgio Vaiana.

  • Un Codice Antimafia da completare;
  • I Comuni le nuove “spie” del Fisco. In cambio una quota del tributo degli evasori;
  • La Corte dei Conti bacchetta i comuni. La spesa corrente assorbe l’85 dei bilanci;
  • Dalla Fiera del Mediterraneo all’Arsea. Le società partecipate che ingolfano i bilanci;
  • Un patto col Diavolo;
  • Stangata comunale da 2,6 miliardi. Addizionale Irpef a 85 euro a testa;
  • La Papi's Tax;
  • Rapporto Svimez, Sud a rischio recessione. Il rilancio passa dall’energia alternativa;
  • Una crisi a due velocità;
  • Accesso al credito e limiti strutturali. E’ difficile per i giovani siciliani fare impresa;
  • Associazioni di imprese a governo e Ars: ecco le otto priorità per salvare la Sicilia;
  • Contro l’estorsione può bastare un click;
  • Un milione di firme contro il porcellum. Referendum, la gente sa valutare;
  • Presentato “Il suono di una sola mano”. Storia di Rostagno raccontata dalla figlia;
  • Processo Rostagno, in aula la sorella Carla. "Cannas disse che Mauro incontro L'Ala";
  • Mafia tra sistema culturale e organizzazione criminale;
  • Un Uomo, la storia di Domenico Cigna raccontata da Diego Guadagnino;
  • ActionAid accusa: l’Italia dimentica i poveri. I fondi alla cooperazione ridotti del 78%;
  • Le favole politiche di Sciascia;
  • Gesù e Tea, giovane tenero idillio in guerra. Torna la lingua appassionata di Silvana Grasso;
  • Tutti gli uomini e le avventure di Bonelli;
  • “Via Rasella, una scelta che rifarei”;
  • “Il sentiero dei giardini che si biforcano”. Rassegna di film sulla moltiplicazione psichica;
  • “Carnage”, un Pirandello “crudele”. La rivolta delle scimmie;
  • Orgoglio e pregiudizio;
  • Il tempo dell’attore e dell’attesa;


Downgrade in Sicilia
Anno 5 N.33 - 26 settembre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Giovanni Abbagnato, Daniele Billitteri, Tito Boeri, Enzo Borruso, Mimma Calabrò, Dario Carnevale, Dario Cirrincione, Mirella Damiani, Giorgio Frasca Polara, Enzo Gallo, Franco Garufi, Pietro Garibaldi, Michele Giuliano, Franco La Magna, Salvatore Lo Iacono, Vito Lo Monaco, Davide Mancuso, Giuseppe Martorana, Raffaella Milia, Angelo Pizzuto, Fabrizio Pompei, Andrea Ricci, Francesca Scaglione, Gilda Sciortino, Elio Sofia, Maria Tuzzo, Giorgio Vaiana.

  • Un patto generazionale per il Paese;
  • Sicilia, si spende più di quanto si incassa. Nel 2010 le spese correnti incidono per il 78%;
  • “La Sicilia subirà l’abbassamento del rating”. L’allarme dell’assessore all’economia Armao;
  • Uil e Cisl in piazza, tre richieste alla Regione su sviluppo, sanità e costi della politica;
  • I punti nascita e i rischi di utenti e operatori;
  • Il grottesco della politica siciliana;
  • Scuole poco sicure, in Sicilia scatta l’allarme.  geologi: studi sismici sulla metà degli edifici;
  • Dall’attentato dell’Addaura alle stragi mafiose. Il Pm Lari: c’è un denominatore comune;
  • Strage di Ustica, trentun’anni di misteri. Il ruolo controverso dell’Aeronautica;
  • Un nuovo apprendistato contro lo spreco di capitale umano;
  • Troppa flessibilità non aiuta la crescita;
  • A trent’anni dalla legge Rognoni - La Torre. Caposaldo della lotta antimafia;
  • Rosario Livatino, parla Don Giuseppe postulatore della causa di canonizzazione;
  • Sicilianità “oltraggiata”;
  • Siamo tutti Telejato;
  • In Sicilia 25 mila negozi pagano il pizzo. Campagna antiracket del comune di Agrigento;
  • Doyle e l’Irlanda laboratorio universale. In scena gioie e dolori della mezza età;
  • Il vino è la poesia della terra. Workshop fotografico di Shobba;
  • Teatro Biondo, dall’Oriente con ingegno;
  • Maggio, il medico che pietrificava i morti. Scienziato pentito, alla fine scelse l’oblio;
  • Alieni, Puffi, pandemie e maldestri mélo;
  • Canzoni e poesia per la sicurezza sul lavoro. “Tante voci dal pro…fondo” con Anmil Sicilia;
  • Dario Fo: “Non c’è azione se non c’è un pensiero chiaro, limpido e a valore collettivo”;


Poveri si diventa
Anno 5 N.32 - 19 settembre 2011

IN QUESTO NUMERO:

articoli e commenti di: Vincenzo Borruso, Dario Cirrincione, Claudio Fava, Max Firreri, Pietro Franzone, Giorgio Frasca Polara, Salvo Gemmellaro, Michele Giuliano, Franco La Magna, Pino Lanza, Salvatore Lo Iacono, Vito Lo Monaco, Davide Mancuso, Giuseppe Martorana, Raffaella Milia, Francesco Pastore, Pasquale Petyx, Angelo Pizzuto, Francesca Scaglione, Gilda Sciortino, Elio Sofia, Maria Tuzzo.

  • I propositi bellicosi dell’incredibile Silvio;
  • Istat, 8,2 milioni di poveri in Italia nel 2010. Il 5% in condizioni di povertà assoluta;
  • L’allarme dell’Agea: aumenta la fame in Italia. Nel 2011 almeno 600mila poverissimi in più;
  • Sicilia, la manovra finanziaria e il problema anziani e disabili;
  • Ammodernamento dell’edilizia sanitaria. In Italia 7 miliardi bloccati da 25 anni;
  • Cura dimagrante per gli enti di formazione. Sicilia, ridurre le spese per il personale;
  • Armao: “Il debito regionale è fisiologico”. “Pronti ad una riduzione e ristrutturazione”;
  • Don Pino Puglisi e l’Antimafia della Chiesa;
  • La svolta sulla strage mafiosa di via D’Amelio. I pm: innocenti in cella, ecco i veri colpevoli;
  • Introduzione ad uno studio sistemico;
  • Canicattì, settimana di manifestazioni per ricordare i giudici Saetta e Livatino;
  • Dalla scuola al lavoro, passaggio difficile;
  • Il codice etico è carta straccia;
  • Edilizia e legalità a Gela;
  • Riapre al pubblico il sito di Vito Soldano. Esempio di archeologia romana in Sicilia;
  • Per Mariella Lo Giudice;
  • Immigrazione clandestina, pedofili assassini e....alieni;
  • Quando l’arte è un grido di libertà. Al Palazzo della Vicaria 28 opere del «Madi»;
  • L’economia del noi: una risposta alla crisi dell’economia dell’io;
  • Scibona, dolore e voce di chi non ha voce. Prove generali di un capolavoro che verrà;
  • Il mondo del fantasy è sbarcato a Catania. Etna Comix, la grande fiera del fumetto;


asud'europa
Progetto educativo antimafia
Donaci il 5x1000
RASSEGNA VIDEO
8 Giugno 2018 | Commenti (0) | Parti video 1

6 Giugno 2018 | Commenti (0) | Parti video 1

« Video precedenti

ISCRIVITI ALLA MAILINGLIST
Nome
Cognome
Email
Codice antispam BMRXK
Vuoi ricevere "asud'europa"?
 
I dati personali e l'indirizzo di posta elettronica forniti verranno trattati secondo il d.lgs. n. 196/2003 dal Codice Civile sulla tutela dei dati personali
Archivio digitale Pio La Torre
La Marcia di Pio
Memoria fotografica
Sito web realizzato da