Il buco nero delle società regionali che nessuno vede

Economia | 5 gennaio 2020

La pubblicazione dei dati, aggiornati al 2017, del Referto della Sezione delle Autonomie della Corte dei conti sugli organismi partecipati dagli enti territoriali e- per la prima volta, dagli enti sanitari- offre l'occasione per una riflessione sullo stato delle società partecipate dalla Regione e dagli Enti Locali nella nostra isola. Argomento tutt'altro che indifferente rispetto alla discussione in corso sullo stato comatoso delle finanze regionali, Tanto che la Corte dei Conti, nella ben nota udienza di parificazione dello scorso 13 dicembre ha segnalato che “l'esame dell'incidenza della spesa del personale gravante sul bilancio regionale non può prescindere dal considerare, oltre all'organico regionale, il perimetro pubblico costellato da enti ed organismi esterni:” 

Secondo la Relazione sul rendiconto generale presentata in quella sede, il personale impiegato presso le società regionali attive è pari a 6997 unità, circa il 50% della consistenza di quello in servizio presso l'amministrazione regionale (14.085). Insomma, ai dipendenti diretti della Regione non si può far a meno di aggiungere quelli delle partecipate per un totale di 20.082 persone la cui retribuzione è- direttamente o indirettamente- a carico delle sempre più esigue risorse regionali. Nell'udienza di parifica è stato inoltre rilevato che “i processi di liquidazione (delle società partecipate n.d.r.), generati dalla scelta irrazionale di dar vita ad un sistema gestionale insostenibile, hanno creato un nuovo bacino di precariato...” Una situazione che traspare dal referto della Sezione Autonomie della Corte dove viene tra l'altro segnalato che la Commissione Bilancio dell'Assemblea Regionale siciliana, con risoluzione del 13 marzo 2018, ha formulato specifico indirizzo al Governo regionale per il ritiro del decreto presidenziale n.573/GAB del 29/9/2017 sulla revisione straordinaria delle aziende partecipate. Tale provvedimento risulta tuttavia pienamente in vigore, tanto che la Sezione ha verificato che da esso risultano 13 società a partecipazione diretta (di cui 5 in house e 10 di controllo) oltre a 5 società a partecipazione indiretta (di cui 2 in house), che si richiamano ad alcuni soltanto degli 11 settori (o aree di intervento pubblico) ritenuti strategici ai sensi dell’art. 20 della legge regionale n. 11/2010, (modificata dall’art. 23, l.r. n. 5/2014). 

Rispetto ad alcune di dette società, la Sezione regionale è in attesa di chiarimenti in merito alle seguenti osservazioni: per quanto riguarda l'azienda trasporti siciliana non risulta la relazione in merito al nuovo piano industriale ed al contenimento dei costi che avrebbe dovuto attuarsi entro 180 giorni dall’approvazione del piano di razionalizzazione, “né è stato chiarito come si concili il mantenimento di detta società” con l'obbligo di razionalizzare le partecipazioni in società che svolgono attività analoghe o similari a quelle svolte da altre società partecipate o da enti pubblici strumentali (art. 20, co. 2, lett. c, Dlgs 15/20161, T.U. in materia di società a partecipazione pubblica), svolgendo essa la stessa attività analoghe o similari a quelle svolte dalla società ”Jonica Trasporti S.p.A.”. Va anche chiarito come si concili il divieto di aiuti di Stato con l'erogazione di trasferimenti da parte della Regione in assenza di una compiuta definizione di un sistema di compensazioni per obblighi di servizio pubblico.” 

Per quanto riguarda l'Airgest (che gestisce l'aeroporto di Trapani), la Sezione di controllo per la Regione Siciliana ha preso atto della valutazione formulata dall’ENAC che ha giudicato il piano di risanamento della società“ non valutabile in quanto privo della parte descrittiva ed argomentativa necessaria per una sua compiuta contestualizzazione e comprensione”. Considerazioni negative vengono riferite anche al Parco scientifico e tecnologico non risultano adottate iniziative concrete ai fini della sua dismissione. Contestazioni circa il rispetto delle previsioni dell'art.20 del citato T.U. Sono state anche formulate con riferimento alla “Servizi Ausiliari Sicilia S.c.p.a.”, che ha incorporato le attività di “Beni Culturali S.p.A.”, “Multiservizi S.p.A.” e “Biosphera S.p.A.”, che svolgono le stesse attività analoghe o similari a quelle della società “RESAIS S.p.A.”, partecipata indiretta tramite l’ente pubblico “ESPI”. La medesima osservazione viene rivolta all'Irfis Finsicilia rispetto all'esistenza di altri enti finanziari: nel 2017 si trattava ancora di Ircac e Crias, rispettivamente finalizzati al credito per la cooperazione e l'artigianato, che il governo regionale avrebbe voluto unificare nel nuovo Irca. Sarebbe altrettanto interessante, ma impossibile per ragioni di spazio, capire qual è la situazione delle tante partecipate degli enti locali siciliani, che non sembrano, anch'esse, godere di buona salute. Ecco la mappa. 

Società ad integrale o parziale partecipazione regionale sottoposte a revisione con il decreto 573/Gab 29/9/2017 del presidente della Regione siciliana:

Ast Aeroservizi 36 dipendenti

Jonica Trasporti 19 dipendenti

Resais 275 dipendenti

Società Interporti 13 dipendenti

Parco Scientifico e Tecnolòogico 9 dipendenti

Siciliacque 186 dipendenti

Distretto tecnologico trasporti navali 8 dipendenti

Consorzio ricerca agrobio e pesca 1 dipendente

Servizi Ausiliari Sicilia 1948 dipendenti (Regione+Enti sanitari)

Sicilia Digitale 88 dipendenti

Riscossione Sicilia 698 dipendenti

Servizi Emergenza- Urgenza Sanitari 3244 dipendenti (Regione+Enti sanitari)

AST 883 dipendenti

Irfis Fionsicilia 55 dipendenti

Mercati Agroalimentari Catania 10 dipendenti

Airgest 77 dipendenti

SICILIANA Inforac S.r.l. in liquidazione




Organismi partecipati dagli enti sanitari in Sicilia (esclusi SEUS e SAS)

Cesame S.p.A

Consorzio Aziende Sanitarie Siciliana S.r.l.

Consorzio Ricerca Sviluppo Piattaforme Innovative Settore Tecnologie Biomediche

Consorzio per la Istituzione e la Gestione di Corsi Universitari

Consorzio Universitario Campus Bio-Medico di Marsala

Fondazione Aurora Onlus

Fondazione del Pardo

Fondazione per l'Emergenza Sanitaria Sud del Mondo

G.A.L. Terre del Nisseno Soc. Cons. a r.l.

Istituto G. Giglio di Cefalù

Istituto Mediterraneo per i Trapianti e Terapie ad Alta Specializzazione (I.S.M.E.T.T.) S.r.l.



Organismi partecipati a totale partecipazione degli Enti Locali

Libero Consorzio Comunale Caltanissetta:Società Caltanissetta Service in house providingS.r.l.

Libero Consorzio Comunale Siracusa:Siracusa Risorse S.p.A.

Città metropolitana di Palermo: Palermo Energia S.p.A.

Acireale: Acienergia S.r.l., Acireale So.G.I.P. S.r.l. con Socio Unico Ente Pubblico Territoriale

Castelbuono: Castelbuono Ambiente S.r.l.

Cattolica Eraclea: Minosse Ambiente S.r.l i

Enna:Ecoennaservizi S.r.l.

Messina:Messinaservizi Bene Comune S.p.A.

Modica:Modica Multiservizi S.r.l. in liquidazione,aServizi per Modica S.r.l

Palermo: Amat Palermo S.p.A.,PalermoAmg Energia S.p.A,Palermo Ambiente S.p.A. in liquidazione, Risorse Ambiente Palermo S.p.A.

Priolo Gargallo:Prioloinhouse S.r.l.

Ravanusa:R.A.R. Ravanusa Ambiente e Risorse S.r.l.

Ribera:Riberambiente S.r.l.

San Giovanni La PuntaMultiservizi Puntese S.r.l.

Trapani: A.T.M. S.p.A. Trapani (Ex Sau/Trapani) Socio Unico, Trapani Servizi S.p.A.

Troina:Troina Ambiente S.r.l.

Vittoria: Vittoria Mercati S.r.



Organismi non societari

Città metropolitana Palermo:Fondazione Sant'Elia

AcirealeFondazione Carnevale di Acireale, Fondazione Comunale Teatro Bellini di Acireale

Erice:Fondazione Erice Arte

Marsala:Ente Mostra Nazionale di Pittura,Istituzione Comunale Marsala Schola

Trapani:Ente Luglio Musicale Trapanese

Troina: Azienda Speciale Silvo Pastorale del Comune di Troina in liquidazione




Società partecipate dalla Regione o dagli Enti Locali in perdita in almeno 4 su cinque esercizi nel periodo 2013-2017

AST Aeroservizi S.p.A.

.M.T. Immobiliare Mediterranea Turistica S.r.l.

Airgest S.p.A.

MessinambienteS.p.A. (in liquidazione)

Pubbliservizi S.p.A.

Sac Service S.r.l.

Società dell'Aeroporto di Comiso (So.A.Co.) S.p.A.

Agenzia Provinciale per l'Energia e per l'Ambiente Soc. Cons. a r.l.

Farma Niscemi S.r.l.c4.9500682.

G.A.L. Fiume Alcantara Soc. Cons. a r.l.

G.A.L. Nebrodi Soc. Cons. a r.l.

G.A.L. Etna Soc. Cons. a r.l.

1IntersacHolding S.p.A. (in liquidazione)

Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia (P.S.T. Sicilia) S.C.p.A

Società degli Interporti Siciliani S.p.A.

Società Regolamentazione Servizio Gestione Rifiuti-A.T.O. N.4 Caltanissetta Provincia Sud

G.A.L. Kalat

G.A.L. Terre del Nisseno Soc. Cons. a r.l.

G.A.L. Terre Etna Alcantara-Ag.Sviluppo LocaleTerre Etna Alcantara Soc. Coop. Cons.

Girgenti Acque S.p.A.

Gruppo Azione Locale Castell'Umberto-Nebrodi Soc. Cons. a r.l.

Gruppo di Azione Costiera Golfo di Termini Imerese Soc. Cons. Coop.

So.Ge.Pa.T. -Società di Gestione del Patto Territoriale Messina S.r.l.


Fonti: 1) Documento di revisone allegato al decreto presidente Regione siciliana 573/Gab del 22/9/2017; 2) Corte dei conti, banca dati DT-MEF-rilevazione del 13novembre 2019.

 di Franco Garufi

« Articoli precedenti

asud'europa
Assessorato Beni Culturali
Iscriversi al Centro Pio La Torre
Progetto educativo antimafia
News en
Europe 4 all
Amoru
Europe 4 all
Donaci il 5x1000
RASSEGNA VIDEO
6 Dicembre 2019 | Commenti (0) | Parti video 7

14 Novembre 2019 | Commenti (0) | Parti video 8

23 Ottobre 2019 | Commenti (0) | Parti video 6

« Video precedenti

ISCRIVITI ALLA MAILINGLIST
Nome
Cognome
Email
Codice antispam VGZWL
Vuoi ricevere "asud'europa"?
 
I dati personali e l'indirizzo di posta elettronica forniti verranno trattati secondo il d.lgs. n. 196/2003 dal Codice Civile sulla tutela dei dati personali
Archivio digitale Pio La Torre
La Marcia di Pio
Memoria fotografica