Le associazioni antimafia storiche alla Regione: legge da rivedere

Società | 11 gennaio 2019

Una rivisitazione legislativa delle modalità di sostegno della Regione alle fondazioni e ai centri studi antimafia storici con la previsione di un finanziamento triennale al posto del grande equivoco della Tabella H. Quattro storiche associazioni antimafia siciliane (Centro Studi Pio La Torre, Centro Studi Cesare Terranova, Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, Fondazione Gaetano Costa) hanno chiesto un incontro urgente a Governo regionale ed Ars per ridiscutere le modalità di finanziamento degli enti.

“Abbiamo chiesto di distinguere, con legge, per capitolo di spesa, le associazioni antimafia storiche, quelle culturali e sociali, di procedere con stanziamenti triennali per dare certezza di programmazione culturale e organizzativa – spiega Vito Lo Monaco, presidente del Centro Pio La Torre. Già nel febbraio del 2018 nel confronto tra le sottoscritte associazioni e la Commissione assembleare presieduta dall’on. Sammartino, presente il vicepresidente dell’Assemblea Armao, si convenne che il tema sarebbe stato affrontato in Ars. È stato allora ribadito che sarebbe necessario assicurare una previsione triennale del finanziamento riservato esclusivamente alle fondazioni e ai centri studi antimafia storici la cui attività è ampiamente documentata. Le attuali modalità che prevedono bandi aperti a una moltitudine di enti con interessi e obiettivi diversi – conclude Lo Monaco - crea grosse difficoltà di finanziamento ai soggetti sottoscritti mettendone a rischio la stessa esistenza”.

In serata è arrivata la convocazione all'Ars. Martedì si svolgerà una riunione in quinta commissione Cultura  per una possibile  rivisitazione delle modalità di sostegno della Regione alle fondazioni e ai centri studi antimafia storici con la previsione di un finanziamento triennale al posto del grande equivoco della Tabella H. Il presidente Sammartino ha convocato le  associazioni  Centro Studi Pio La Torre, Centro Studi Cesare Terranova, Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, Fondazione Gaetano Costa che avevano  chiesto un incontro poche ore prima. Sarà presente anche l’assessore all’Economia, Gaetano Armao, e l’assessore ai Beni Culturali SebastianoTusa.  «Chiediamo  stanziamenti triennali per poter dare certezza di programmazione culturale e organizzativa alle nostre attività», dice Vito Lo Monaco, presidente del Centro Pio La Torre.

Le quattro associazioni saranno precedentemente ricevute, lunedì pomeriggio, alle 15.30, dal capogruppo del Pd, Giuseppe Lupo.



« Articoli precedenti

asud'europa
Progetto educativo antimafia
Associazione internazionale Guido Dorso
Donaci il 5x1000
RASSEGNA VIDEO
11 Febbraio 2019 | Commenti (0) | Parti video 1

14 Gennaio 2019 | Commenti (0) | Parti video 7

13 Dicembre 2018 | Commenti (0) | Parti video 1

10 Dicembre 2018 | Commenti (0) | Parti video 8

« Video precedenti

ISCRIVITI ALLA MAILINGLIST
Nome
Cognome
Email
Codice antispam F4OR7
Vuoi ricevere "asud'europa"?
 
I dati personali e l'indirizzo di posta elettronica forniti verranno trattati secondo il d.lgs. n. 196/2003 dal Codice Civile sulla tutela dei dati personali
Archivio digitale Pio La Torre
La Marcia di Pio
Memoria fotografica
Sito web realizzato da