Le vie dell'arte passano da Gravina di Catania

Cultura | 11 marzo 2019


Una grande kermesse artistica, organizzata dall’associazione “Akkuaria” di Catania (presidentessa Vera Ambra, scrittrice e poetessa, che martedì 12 curerà un incontro con la poesia), patrocinata dal Comune di Gravina di Catania, è stata inaugurata ieri alla presenza del sindaco della cittadina etnea Massimiliano Giammusso e dell’assessore alla Cultura Patrizia Costa. Otto intensissime giornate (dal 10 al 17 marzo) durante le quali, oltre ad essere ricordati prestigiosi protagonisti della cultura siciliana, già presenti nel prezioso catalogo curato dagli stessi organizzatori(la multiforme figura del religioso Antonio Corsaro, docente universitario, saggista, critico d’arte e letterario, il filosofo Fortunato Pasqualino, lo scultore e pittore Pippo Failla, di cui nel catalogo è stata ripubblicata una lunga intervista ed altri), la settimana propone una serie di mostre permanenti allocate nella “Sala delle Arti” del “Parco Borsellino” della stessa popolosa cittadina etnea, la prima della fascia conurbata a nord del capoluogo etneo. Moltissimi gli artisti coinvolti: il fotografo catanese Savio Pagano, il giovane catanese Sebastiano D’Amato (che partecipa con l’opera video “Tra le tue dita”), Laura Leontini (figlia della coppia dei noti attori teatrali e cinematografici), specializzata in canto moderno e insegnante di “voicetoteach”, impegnata dai musicals alle corali polifoniche; Emanuele Salemi, musicista e cantante rap di denuncia dei problemi sociali e culturali; lo scultore Vito Guardo (presente con una personale), allievo di Emilio Greco, noto anche per una serie di opere pubbliche realizzate in legno, in bronzo, in marmo e in pietra lavica; il fotografo Alberto Zacco e l’illustratore surrealista Luca Rizzo. 

La serata di ieri, dopo gli interventi del sindaco e dell’assessore alla cultura, si è conclusa con l’esecuzione di alcuni componimenti del compositore, pianista, concertista internazionale e docente catanese Gabriele Denaro, i cui lavori sono stati definiti dalla critica “Musica per l’anima”. Con Denaro (al pianoforte) si sono esibiti i maestri Lucio Pappalardo (clarinetto), Giuseppe Ruggeri (tromba) e Domenico Vecchio (viloncello). Spazio anche a Carlo Barbera (nato a Nizza di Sicilia), commediografo, cantastorie e regista, autore di vari cortometraggi e del film “Il ritorno” (2008). Tra gli altri artisti coinvolti: il “danzastorie” Alosha, che, tra ricerca concettuale e creatività artistica, racconta la Sicilia danzando; la poliedrica artista catanese Cinzia Sciuto, dedicata con la sua fedele chitarra all’arte del “Canto e Cuntu”, già onusta di premi; il fotografo Nino Gullotti (in esposizione con le sue opere “tattili”, rese tale attraverso quel che chiama “Graffi d’autore”); un altro fotografo catanese Claudio Bonaccorsi, già premiato in molti concorsi nazionali (anch’egli presente con una personale); la pittrice Anastasia Guardo, aderente alla corrente “Verticalista” e scenografa (in mostra con la personale); la pittrice-fotografa etnea Rosanna Caltabiano, i cui colori simboleggiano forti stati emotivi. Molti ancora i lavori esposti appartenenti alle pittrici Loredana Mazza, Tiziana Gazzarra, Claudia Leontini e Manuela Samperi (anche aiuto restauratrice, la cui arte ha rivolto verso i bimbi del mondo dipingendoli), Maria Stella Sudano, Antonella Maria Piazza (nata a Sciacca) e Ivan Giuliano (nato a Caltagirone), tutti presenti nella “collettiva”. Attenzione anche alla libreria “Pescebabana”, aperta a Catania da Umberto Bruno e agli autori di “Akkuaria” che, oltre ad essere un’ormai affermata associazione culturale, è anche una casa editrice che vanta al suo attivo decine di pubblicazioni di autori noti e meno noti (narrativa, poesia, saggistica, ecc…) . “Akkuaria – dice la presidentessa dell’associazione Vera Ambra – nasce al tempo in cui internet era ancora puro pionierismo e fa la sua apparizione direi quasi con prepotenza. L’idea era quella di mettere su una sorta di ‘contenitore culturale’ dove fare approdare i naviganti e offrire loro ‘cibo’ prelibato per la mente. 

Non a caso otto mesi dopo la sua prima apparizione siamo stati presenti allo SMAU di Milano per il premio ‘WWW Sole 24 Ore’. Per la categoria ‘Cultura’ ci siamo classificati nelle prime dieci posizioni. Ci siamo scontrati con i maggiori colossi italiani ed è stata una gran bella soddisfazione per tutti quelli che hanno creduto nel mio progetto. Questa manifestazione si conferma un’occasione straordinaria per portare alla ribalta le migliori espressioni artistiche del territorio – ha proseguito la presidentessa dell’associazione Akkuaria – dando spazio alla letteratura, alla fotografia e alla pittura, con la partecipazione di tanti ‘figli d’arte’ siciliani. Sono previsti inoltre tanti laboratori artistici gratuiti di: cinematografia, disegno, dizione, poesia, acquerello, fotografia, scultura e scrittura creativa”. Da oggi partiranno, infatti, per tutta la settimana anche una serie di laboratori per adulti e bambini. Previsto anche tra i vari incontri uno con autori di “Akkuaria” (mercoledì 13, preceduto da un omaggio a Rosa Balistrieri), tra cui Marta Limoli, attrice e autrice di “Tangue, la lingua del Tango” (prefazione di Marco Tonelli, Edizioni Akkuaria), un “viaggio tra voci, visioni, pathos, tra sofferenze e taciturni ed eloquenti passi”. Inoltre, nel pomeriggio di venerdì 15, è atteso un intervento su “Il cinema a Catania della Belle Epoque”. Conclusione domenica 17 con “Il danzastorie della Sicilia”. L’intero programma della XIX edizione di “Viaggio tra le vie dell’Arte” è consultabile al sito www.associazioneakkuaria.it



« Articoli precedenti

asud'europa
Progetto educativo antimafia
Viaggio per la Memoria
Associazione internazionale Guido Dorso
Donaci il 5x1000
RASSEGNA VIDEO
25 Febbraio 2019 | Commenti (0) | Parti video 1

11 Febbraio 2019 | Commenti (0) | Parti video 1

« Video precedenti

ISCRIVITI ALLA MAILINGLIST
Nome
Cognome
Email
Codice antispam Z12M1
Vuoi ricevere "asud'europa"?
 
I dati personali e l'indirizzo di posta elettronica forniti verranno trattati secondo il d.lgs. n. 196/2003 dal Codice Civile sulla tutela dei dati personali
Archivio digitale Pio La Torre
La Marcia di Pio
Memoria fotografica
Sito web realizzato da