Comunicati stampa

OPERAZIONE APOCALISSE
mercoledì 27 maggio 2015

Condividi su WhatsApp

"Un'associazione che "notoriamente" da trent'anni opera nella tutela delle vittime di mafia e di usura e che ha tra le proprie finalità statutarie quelli, espressamente indicati nell’ordinanza, assolutamente conformi con l’oggetto di tale tipologia di processo."

Così il giudice Alcamo, della IV sezione del Tribunale di Palermo accetta la costituzione di parte civile del Centro Pio La Torre in un processo per reati di usura a carico di esponenti del clan di Porta Nuova, rigettando la richiesta di esclusione basata sull’ordinanza del Gup Riggio del processo "Apocalisse".

In particolare il giudice stigmatizza l'ordinanza del collega Riggio affermando che nella propria ordinanza ha obliterato i veri scopi del centro sostituendoli con puntini di sospensione.

L'ufficio stampa
(348-5460641) 

Commenti

Nessun commento scritto
 
  Scrivi un commento
Email Immettere l'email
Password Immettere la password
Salva login
Commento Scrivere il commento
Caretteri disponibili
 
  Hai dimenticato la password? | Non sei registrato?
Progetto educativo antimafia 2020-2021
L'educazione civica torna a scuola
asud'europa
Assessorato Beni Culturali
Archivio digitale Pio La Torre
MIUR
Donaci il 5x1000
Iscriversi al Centro Pio La Torre
News en
Europe 4 all
Amoru
Europe 4 all
RASSEGNA VIDEO
12 Novembre 2020 | Commenti (0) | Parti video 1

« Video precedenti

ISCRIVITI ALLA MAILINGLIST
Nome
Cognome
Email
Codice antispam D40D1
Vuoi ricevere "asud'europa"?
 
I dati personali e l'indirizzo di posta elettronica forniti verranno trattati secondo il d.lgs. n. 196/2003 dal Codice Civile sulla tutela dei dati personali
La Marcia di Pio
Memoria fotografica