Progetto educativo antimafia 2022-2023

Progetto Educativo Antimafia 2022-2023

Per il 17° anno il Centro Studi Pio La Torre, si propone di realizzare con l'adesione e collaborazione dei Dirigenti Scolastici e dei Docenti referenti per la legalità e l’educazione civica

delle scuole secondarie di secondo grado italiane, un rinnovato Progetto Antimafia e Antiviolenza tenendo immutati i riferimenti a quanto previsto dai percorsi MIUR di educazione civica.

All’indomani del’40° anniversario dell’uccisione di Pio La  Torre e di Rosario Di Salvo e all’approssimarsi del 40° della Legge Rognoni - La Torre (11 settembre 1982) prima legge antimafia dello Stato italiano che continua ad essere studiata ed apprezzata anche tra gli stati che aderiscono alla Conferenza contro il crimine organizzato dell’ONU, il Centro, sensibile ai cambiamenti determinatisi di recente, come di consueto ha rinnovato nei contenuti il Progetto educativo per l’anno scolastico 2022-2023 mantenendo un approccio che unisce analisi dell’evoluzione giurisprudenziale, sociologica, storica e politica del fenomeno mafioso e gli obiettivi di adeguamento a livello nazionale e internazionale.

Il sistema di videoconferenza consentirà, come negli anni scorsi, un alto numero di adesioni di classi e la possibilità di dare voce agli interventi degli studenti tramite la piattaforma usata dalle stesse in sinergia con quella usata dal Centro Studi Pio La Torre. Come sempre ogni videoconferenza sarà tenuta da esperti delle materie e da rappresentanti istituzionali.

Il progetto prevede anche per il 2023 l’indagine sulla percezione del fenomeno mafioso da parte degli studenti i cui risultati saranno resi pubblici entro il 30 aprile 2023, data del 41° anniversario. Il Centro, come di consueto, mette a disposizione, inoltre, testi teatrali, mediatici e musicali che possono completare e arricchire la formazione culturale e civica degli studenti.

Auspichiamo la vostra adesione al percorso del Progetto Educativo Antimafia ed Antiviolenza del Centro, che non avrà alcun onere finanziario per le scuole, consapevoli del lavoro che le Scuole fanno per fornire ai giovani la conoscenza critica del fenomeno mafioso e della sua complessità.

Infine, il Centro, anche quest’anno,  si propone di promuovere Asud’Europa junior un giornale della legalità scritto dagli studenti, anche delle case circondariali, che aderiranno al progetto.

Con l’occasione ci teniamo ad informarvi che lo scorso 13 luglio 2022 Vito Lo Monaco è stata nominato presidente Emerito del Centro Pio La Torre per continuare a contribuire e dare voce alla storia del Centro. Come Presidente neo nominata, già componente del Comitato Scientifico del Centro, spero di potervi conoscere tutti per condividere e migliorare il nostro percorso di responsabilità e consapevolezza che può aiutare gli studenti a superare meglio le sfide dei nostri tempi.

Con viva cordialità.

La Presidente del Centro Pio La Torre
Loredana Introini


Segue bozza conferenze:

  • Giovedì 20 Ottobre 2022 ore 9.00 - 11.30: “La mutazione delle mafie nel XXI° secolo. Il crimine organizzato dopo la pandemia”. Relatori: Ernesto Savona - direttore di Transcrime-Università Cattolica del sacro Cuore, Alberto Vannucci - docente UNIPI.

  • Venerdì 25 Novembre 2022 ore 9.00 - 11.30: “Crisi economica: ricadute su PNRR, Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e Legalità”. Relatori: Adriano Giannola - presidente SVIMEZ, Adam Asmundo - docente UNIPA.  

  • Gennaio 2023:  “Violenza di genere nella società civile e nelle organizzazioni mafiose”


  •  Febbraio 2023:  “Cybercrime – nuove frontiere della criminalità organizzata


  •  Marzo 2023:  “Mafia, antimafia e i media”


  •  Aprile 2023:  “41° Anniversario dell'uccisione politico-mafiosa di Pio La Torre e Rosario di Salvo"
 

I progetti degli anni passati